Prime novità per il Petrarca: in arrivo Cannone, Lamaro e Rizzi

Prime novità nella rosa dei giocatori del Petrarca Rugby per la prossima stagione. In bianconero arriveranno infatti Niccolò CANNONE, Michele LAMARO e Antonio RIZZI, rispettivamente seconda linea, terza linea e mediano di apertura.

Niccolò CANNONE, nato a Firenze il 17 maggio 1998, un metro e 95 per 96 chili, è cresciuto nella Florentia rugby, con cui ha disputato il campionato di serie B nel 2015/2016, in corrispondenza con l’Accademia di Prato nella quale ha passato due anni. Successivamente è passato a Parma con l’Accademia Nazionale disputando il campionato di serie A 2016/2017, vinto e ricoprendo anche in alcune occasioni il ruolo di capitano. Con la maglia azzurra ha giocato nell’Under 18, partecipando al 6 Nazioni e al Mondiale Under 20.

Michele LAMARO, nato a Roma il 3 giugno 1998, un metro e 88 per 103 chili. Cresciuto nella Primavera Rugby, con la quale ha disputato il campionato di serie A nella stagione 2015/2016, poi è passato alla Lazio (in Eccellenza la scorsa stagione). Capitano delle nazionali Under 17 e Under 18, nella scorsa stagione ha partecipato al 6 Nazioni e al Mondiale Under 20.

Antonio RIZZI, nato a Trieste il 5 gennaio 1998, un metro e 79 per 86 chili. Cresciuto nella Leonorso Udine, e successivamente passato al Mogliano, con il quale ha vinto il titolo di Campione d’Italia Under 18 nella stagione 2015/2016. Ha partecipato all’Europeo Under 18 a Cardiff con il titolo di vice-capitano, e al 6 Nazioni Under 20 nel 2016, con un anno di anticipo nel 2016, e al 6 Nazioni e al Mondiale Under 20 quest’anno.

Tre nuovi arrivi che vengono commentati anche dal Direttore Sportivo del Petrarca, Corrado Covi: “Si tratta di tre giovani ragazzi reduci dal Mondiale Under 20 in ruoli molto importanti e strategici. Continua la nostra politica sui giovani che insieme a quelli di scuola petrarchina verranno inseriti nella nuova rosa della Prima Squadra. Nei prossimi giorni definiremo qualche altra posizione tenendo comunque presente che già la rosa a disposizione dei tecnici è di buon livello, ma vedremo come e dove migliorarla in considerazione anche del fatto che abbiamo ancora la possibilità di inserire giocatori stranieri. Su questo fronte non abbiamo fretta e sonderemo bene il panorama delle possibilità che ci verranno proposte”.

 

Share Now

Related Post