ITALIA “A” vs URUGUAY IL 14 NOVEMBRE AL PLEBISCITO. BIGLIETTI SU PETRARCARUGBY.IT

ITALIA “A”; PRESENTATA LA SFIDA DI PADOVA ALL’URUGUAY
BIGLIETTI IN VENDITA DAL 2 NOVEMBRE SU PETRARCARUGBY.IT
L’INCONTRO IN DIRETTA STREAMING SU FEDERUGBY.IT, FACEBOOK E YOUTUBE FIR
Padova – Sarà lo Stadio Plebiscito di Padova ad ospitare il debutto casalingo dell’Italia “A” guidata da Alessandro Troncon domenica 14 novembre contro l’Uruguay. 
 
I sudamericani, reduci dalla storica qualificazione diretta alla Rugby World Cup 2023 a spese degli Stati Uniti, sfideranno la seconda rappresentativa azzurra sei giorni prima di scendere in campo, sabato 20 novembre al “Lanfranchi” di Parma, nel test-match conclusivo delle Autumn Nations Series contro gli Azzurri di Kieran Crowley.
 
A salutare il ritorno del grande rugby e della maglia azzurra nella Città del Santo, questa mattina, sono stati il Presidente della FIR Marzio Innocenti, il Direttore Generale del Petrarca Rugby Vittorio Munari ed il Responsabile dell’Alto Livello di FIR Franco Smith, ospiti dell’Assessore allo Sport del Comune di Padova Bonavina.
 
Diego Bonavina, Assessore allo Sport del Comune di Padova, ha mostrato l’entusiasmo di tutti gli appassionati padovani per la sfida internazionale del prossimo 14 novembre: “
Ci mancava, mancava il grande rugby a Padova. Devo ringraziare personalmente Marzio Innocenti per aver pensato a Padova nell’organizzazione di questa sfida, una città di rugby come questa ne aveva bisogno e fame. Questo è un territorio fertile, che ama il rugby, e che ha uno storico di “tutto esaurito” che siamo certi sarà confermato anche questa volta. Lo Stadio Euganeo è in ristrutturazione ma il Plebiscito sarà un teatro ottimale per questa sfida: è la casa del rugby padovano, ed è tornato ad essere la casa del Petrarca Rugby. Il manto erboso è stato sistemato ed è ora in condizioni meravigliose, Padova accoglierà sempre a braccia aperte il grande rugby italiano” 
 
Il Presidente federale Innocenti ha commentato: “Padova è importante per il rugby italiano, ma direi che tutto il Nord Est lo è. Lo Stadio Euganeo sarà certamente considerato anche in futuro per le nostre Nazionali. L’Italia A è una squadra importantissima per la Federazione, un progetto riattivato per consentire a molti ragazzi di dimostrarsi pronti per la maglia della Nazionale Maggiore. E’ il percorso giusto per dare il proprio contributo alla causa del rugby italiano: il percorso di formazione è fondamentale per i nostri giocatori, e passa inevitabilmente attraverso i Club e la loro capacità di costruire giocatori e persone in gradi di reggere ai massimi livelli internazionali.  La Nazionale A è forse l’elemento più importate di questo novembre, non un corollario: stiamo parlando con le altre Federazioni europee, che mostrano la volontà di seguirci in questa nuova rotta”.
 
Vittorio Munari, DG del Petrarca Rugby organizzatore dell’incontro, ha aggiornato sulla biglietteria: “I tagliandi potranno essere acquistati dal 2 novembre sul sito ufficiale del Petrarca, www.petrarcarugby.it, al costo complessivo di 11€ in settore unico e di 1€ per gli Under 14. Sarà necessario essere in possesso di Green Pass, mentre l’autocertificazione sarà scaricabile al momento dell’acquisto del biglietto. Ci aspetta un grande weekend, con il Derby d’Italia del Peroni TOP10 al Plebiscito il 12 e la partita dell’Italia “A” il 14 contro l’Uruguay, mentre il 13 la Nazionale Maggiore sarà a Treviso contro l’Argentina. Cominceremo la vendita dalla Tribuna Est, poi in base al flusso di vendite potremo valutare l’apertura degli altri settori”.
 
Franco Smith, Responsabile FIR per l’Alto Livello, ha concluso: “Abbiamo un ampio gruppo di giocatori al di sotto dei ventidue anni su cui puntare. Quando ero CT dell’Italia offrirà ai ragazzi le occasioni giuste per crescere, attingendo sia dai ragazzi delle franchigie che da quelli inseriti nel gruppo draft del Top 10. 
A Verona ora ci sono 62 giocatori che stanno preparando le partite, le due Nazionali lavorano assieme in un continuo confronto tecnico e fisico: contro Spagna e Uruguay avremo la misura di questo gruppo, poi seguiranno Romania (in Sicilia a dicembre, sede da definire) e stiamo valutando anche altri impegni per il 2022, la Georgia è una possibilità. 
Irlanda e Galles stanno guardando con interesse a questo progetto, e potrebbero a breve creare le condizioni per degli incontri ufficiali durante il Six Nations. Ci sono molti giocatori interessanti nel Top 10 che stiamo monitorando, ogni martedì facciamo lo screening dei giocatori di interesse con analisi video e report tecnici. Le prime partite saranno gioco forza più indirizzate verso giocatori delle Franchigie, ma l’obiettivo è quello di lavorare e coinvolgere in modo crescente i migliori talenti del Campionato, già dal terzo test con la Romania di dicembre”.
Share Now

Related Post

blog-grid

I RISULTATI DI SERIE A E UNDER 19

blog-grid

PETRARCA v LAZIO 47-5