Spareggio campionato U18 Elite Rugby Petrarca – Rugby Rovato

Prima di analizzare la partita forse sarà utile andare a guardare le classifiche dei due gironi; in entrambe fra prima e seconda c’era un solo punto di distanza mentre tra seconda e terza c’erano ben 13 punti.

Lo spareggio fra le altre due squadre si era concluso con un solo punto di differenza a favore del Calvisano.

Facendo un parallelo con la scuola possiamo assimilarla all’esame di maturità. Prova unica, per poter accedere agli esami che consentiranno ai migliori di laurearsi Campioni d’Italia. E prova di maturità è stata, meta già dopo tre minuti con il pezzo forte della casa, la driving maul finalizzata alla perfezione e trasformata. 7 a 0. La squadra era schierata secondo lo schema del doppio player che aveva dato belle soddisfazioni da metà campionato in poi. Da quel momento in poi abbiamo visto una squadra come non si era ancora visto; un primo tempo determinato, in attacco con cinica determinazione andando a segno altre sei volte prima del riposo, con un solo errore dalla piazzola per un risultato a metà partita di 47 a 0 per il Petrarca. Il secondo tempo è ripartito con un’altra meta dopo cinque minuti e con una reazione da parte dei ragazzi di Rovato che dopo un tentativo multifase sono riusciti a segnare, 54 a 7.  I nostri ragazzi hanno ripreso in mano la partita andando in meta ancora due volte fissando così il risultato finale sul 68 a 7.  

Man of the match è stato eletto Davide Marcellan, terza linea, autore di due belle mete ma oggi c’era veramente imbarazzo a cercare chi si sia distinto di più, tutti al massimo, la più bella partita finora disputata dai nostri ragazzi che più giocano e meglio giocano. Di particolare c’è da notare che mentre finora avevamo assistito a primi tempi di grande difesa per poi salire di ritmo nei secondi tempi chiudendo sempre in crescendo, stavolta la squadra è partita subito al massimo ed ha finito sempre con la stessa qualità di gioco malgrado molti giocatori fossero stati sostituiti. Tutti bravi. Ora un po’ di riposo e poi bisognerà affrontare esami di livello superiore. Quello che abbiamo visto finora però autorizza all’ottimismo.

PH Garbo

 

Share Now

Related Post

blog-grid

Comunicato stampa 19.07.2019

blog-grid

COMUNICATO STAMPA Padova, 26 giugno 2019